Atc Torino - AUTORIZZAZIONE AD EFFETTUARE OPERE EDILIZIE

AUTORIZZAZIONE AD EFFETTUARE OPERE EDILIZIE

 

A CHI DEVE ESSERE RICHIESTA L'AUTORIZZAZIONE AD EFFETTUARE OPERE EDILIZIE
Se l'intervento deve essere realizzato all'interno unità immobiliare occorre chiedere l'autorizzazione ad ATC in quanto ente gestore.
E' necessario ottenere il parere favorevole anche dal condominio se l'intervento può influire sulle parti comuni o sul decoro architettonico dell'edificio (facciate, verande, tettoie, frangivento ecc.)


CHI AUTORIZZA L'EFFETTUAZIONE DI OPERE EDILIZIE
L'autorizzazione ad effettuare opere edilizie è rilasciata da ATC.


SE L'AUTORIZZAZIONE AD EFFETTUARE OPER EDILIZIE E' CONCESSA
L'ufficio competente invia apposita lettera che contiene tutte le indicazioni procedurali alle quali l'assegnatario dovrà attenersi.

 Tra le opere concesse rientrano:

  • l'installazione di verande, pannelli frangivento, inferriate, tettoie, pensiline, contro-finestre;
  • l'installazione di insegne per i locali ad uso commerciale;
  • la sostituzione delle finestre, delle porte interne, del portoncino d'ingresso;
  • la sostituzione dei sanitari nel bagno e della vasca da bagno con doccia;
  • la sostituzione dei pavimenti e rivestimenti,
  • la realizzazione di opere interne (demolizione e creazione tramezzi) che non stravolgono la consistenza dell'unità immobiliare volte al miglioramento degli spazi e della distribuzione interna.
In ogni caso la realizzazione delle opere è subordinata, oltre alla preventiva autorizzazione di Atc, alla rigorosa osservanza delle indicazioni procedurali alle quali l'assegnatario dovrà obbligatoriamente attenersi (es. parere assemblea di condominio, autorizzazione comunale, etc etc).


SE L'AUTORIZZAZIONE AD EFFETTUARE OPERE EDILIZIE È NEGATA
Se l'autorizzazione ad effettuare opere edilizie non è concessa, gli assegnatari non possono eseguire interventi edilizi nelle unità immobiliari e/o nelle parti comuni esterne al fabbricato.
Se le opere edilizie vengono ugualmente effettuate, e le opere non sono sanabili ai sensi di legge, l'assegnatario le dovrà rimuovere e ripristinare le unità immobiliari e/o le parti comuni esterne ai fabbricati interessati nelle condizioni precedenti all'opera.

Se le opere edilizie vengono ugualmente effettuate e le opere edilizie sono sanabili ai sensi di legge, l'assegnatario potrà procedere alla regolarizzazione dell'opera abusiva previo pagamento delle sanzioni amministrative previste per legge.
Tra le opere NON concesse rientrano:
  • lo scambio di cantine e posti auto fra assegnatari;
  • la realizzazione di opere interne (demolizione e creazione tramezzi) che stravolgono radicalmente la consistenza dell'unità immobiliare


A CARICO DI CHI SONO ESEGUITI I LAVORI
Interamente a carico del richiedente, nessun onere deve gravare su ATC sia per l'effettuazione delle opere autorizzate sia per tutte le spese riguardanti eventuali incarichi professionali.


MOROSITÀ
Al momento della richiesta l'assegnatario deve essere in regola con il pagamento delle bollette emesse, in caso contrario l'autorizzazione viene sospesa in attesa del pagamento.


DOCUMENTAZIONE TECNICO AMMINISTRATIVA
Tutta la documentazione tecnico amministrativa richiesta deve essere redatta da un professionista di fiducia nominato dall'assegnatario stesso e non da ATC. 
Se l'autorizzazione riguarda un intervento sulle parti comuni la documentazione oltre che dal professionista dovrà essere firmata anche dall'amministratore di condominio.


DIRITTI PER SPESE DI ISTRUTTORIA
Gli assegnatari che fanno richiesta di autorizzazione devono versare, a titolo di "diritti per spese di istruttoria", un rimborso così quantificato:

  • ¤ 18,59 +IVA a pratica, per gli interventi che richiedono esclusivamente un'istruttoria di tipo amministrativo;
  • ¤ 30,98 + IVA a pratica, per gli interventi che richiedono un'istruttoria anche di tipo tecnico.

I diritti per spese di istruttoria sono addebitati all'assegnatario sulla bolletta dell'affitto, anche in caso di esito negativo, per tutti i tipi di autorizzazione richiesti.


DOVE TROVARE IL MODULO
Allo Sportello Unico ATC;
all'ufficio Urp ATC;
scaricandolo dal sito internet ATC Modulo


DOVE PRESENTARE LA DOMANDA
Il modulo per la domanda può essere:

  • spedito ad ATC - C.so Dante n. 14 -10134 TORINO;
  • inviato via fax al num. 011-3130424- 374;
  • consegnato allo Sportello Unico presso il Salone del pubblico ATC ? C.so Dante n. 14.
  • via e-mail con PEC all'indirizzo di posta: atc@pec.atc.torino.it