Domande Frequenti

In questa sezione sono presenti le risposte ai quesiti più diffusi fra gli assegnatari.

PAGAMENTI

Risposta

La bolletta di Atc vi arriverà a casa, via posta, intestata all'assegnatario e al nuovo indirizzo. E' importante quindi che provvediate per tempo a mettere la targhetta con il vostro nome sulla buca delle lettere anche se non siete ancora andati ad abitare nel nuovo alloggio. Controllate anche che la buca non sia rotta.

La prima bolletta vi arriverà con la fattura di alcune voci che avete già pagato il giorno della firma del contratto ma queste saranno chiaramente scalate dal totale per quel mese. La bolletta di Atc comprenderà il pagamento dell' affitto che viene chiamato "canone" e il pagamento delle spese condominiali che competono all' inquilino. Ricordatevi che il bollettino di Atc può essere pagato sia in posta che in qualsiasi banca (anche non San Paolo!) e che in banca non si paga alcuna commissione mentre in posta si.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Se utenti controllando la fattura che ATC spedisce insieme alla bolletta vogliono saperne di piu sulle voci in bolletta (per comodità vengono chiamate addebiti) e eventualmente per segnalare errori sulle cifre è sufficiente inviare un messaggio elettronico (mail) alla casella di posta ATC addebiti@atc.torino.it oppure si può venire di persona allo sportello URP di ATC, dove verrà fatta copia della bolletta da controllare e poi l'ufficio competente risponderà all'utente.

Dove
Sportello URP ATC Salone del Pubblico Corso Dante,14 10131 Torino
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta

Dopo che si è comprato l'alloggio e si è fatto l'atto con il notaio è utile comunicare la variazione all'amministratore. I nuovi proprietari possono comunicare i loro dati anagrafici e i loro codici fiscali,questi dati si trovano facilmente sull'estratto del rogito dell' atto d'acquisto, anche via lettera all'ATC - SUAI Settore Amministrazioni Immobiliari Corso Dante,14 10134 Torino oppure di persona.

Dove
di persona all'Ufficio URP ATC Torino Corso Dante,14 10134
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta
Le fatture ATC devono essere pagate utilizzando il MAV allegato (si ricorda che il pagamento Mav è inoltre gratis in tutte le banche).
In caso di smarrimento del MAV, e' possibile richiederne un duplicato allo Sportello Unico entro il mese in corso.
I dati per effettuare i pagamenti presso gli uffici postali (pagate il costo del bollettino) o con bonifico bancario (pagate la commissione richiesta dal vostro contratto bancario) sono qui sotto riportati.
 
PAGAMENTO PRESSO LO SPORTELLO ATC (ritirare il numero “A per tutte le pratiche”)
Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello" 
 
PAGAMENTO TRAMITE C/C POSTALE
Se desiderate pagare in posta dovete compilare il bollettino riportando i seguenti dati:
UNICO NUMERO DI CONTO CORRENTE DA UTILIZZARE E’ N. 37534104
INTESTATO AD ATC - C.SO DANTE,14 CAP 10134 TORINO
Attenzione: dovete indicare nella causale il vostro nome e cognome, LA MATRICOLA, e il mese specifico o la spesa specifica che ci state pagando! Dovete specificare bene cosa pagate.
 
 
PAGAMENTO TRAMITE BONIFICO:
Se desiderate invece fare un bonifico dal vostro conto dovete utilizzare i seguenti dati:
BANCA INTESA SAN PAOLO
CODICE IBAN: IT31 L030 6909 2171 0000 0300 161
 
Se desiderate invece fare un bonifico da uno stato estero dovete riportare il seguente codice:
ESTERO codice BIC: BCITITMM
Ricordate sempre di indicare nella causale il vostro nome e cognome, LA MATRICOLA, e il mese specifico o la spesa specifica che ci state pagando! Dovete specificare bene cosa pagate.
 
Per trasmettere all’ufficio morosità il pagamento effettuato potete inviarlo tramite fax al seguente numero:
NUMERO DI FAX UFFICIO MOROSITA’ 011/3130295
 
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

È possibile ottenere il duplicato della bolletta dell'affitto che per qualsiasi motivo non è perventuta all'indirizzo di spedizione. Se si viene di persona verrà consegnata immediatamente, se si chiede per posta verrà spedita all'indirizzo indcato sulla bolletta, se invece si fa una richiesta telefonica o via e mail occorre indicare il numero di matricola del contratto Attenzione: il duplicato può essere pagato esclusivamente in banca, in qualsiasi agenzia del gruppo Intesa San Paolo, senza spese per di bonifico

Dove
  • scrivendo una lettera via posta ordinaria all'Urp, Ufficio Relazioni con il Pubblico - ATC Corso Dante 14 - 10134 Torino
  • inviando una e mail all' indirizzo di posta elettronica urp@atc.torino.it
  • telefonando all'Ufficio relazioni con il Pubblico ATC (al numero 011.3130333/339) negli orari di apertura di seguito indicati.
  • di persona allo sportello "Urp-Informazioni" presso Salone Polifunzionale Atc c.so Dante 14 Torino
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta

La morosità di un assegnatario è un'informazione che può essere fornita solo al diretto interessato, pertanto è impossibile inviare queste indicazioni via e mail. Chi desidera conoscere a quanto ammonta la morosità deve venire di persona allo Sportello Unico di corso Dante 14 Torino, con un documento di identità. Chi non può presentarsi direttamente può delegare una persona di fiducia al quale occorre consegnare il proprio documento di identità (va bene anche una fotocopia) e una delega.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Se volete domiciliare la bolletta d'affitto, cioè fare il modo che la banca paghi direttamente l'importo, occorre portare una qualsiasi bolletta alla vostra banca e chiederne la domiciliazione. Troverete il codice di domiciliazione in alto a destra della fattura che vi arriva ogni mese.

Dove
Quando
Stampa risposta

PRATICHE AMMINISTRATIVE

Risposta

Data la legge sulla liberalizzazione delle utenze potete scegliere un ente che fornisca il gas e uno che fornisca l energia elettrica e stipulare con loro un contratto . Ognuno degli enti ha una propria procedura. Si dovranno seguire le modalità richieste da ogni singolo ente. Per approfondimenti potete contattare i singoli venditori il cui elenco è disponibile sul sito dell'Autorità per l'energia e il gas.

Attenzione : Se vi dovessero chiedere il nome dell' inquilino che c'era precedentemente nell' alloggio non siete tenuti né a saperlo né a comunicarlo

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta
I DATI CATASTALI utili per le aziende fornitrici di energia elettrica-gas-acqua
 
Atc invia periodicamente in bolletta la  COMUNICAZIONE dei DATI CATASTALI relativa ad ogni alloggio di Ediliza Sociale. Occorre pertanto leggere le fatture e conservarle!
 
OGNI ANNO nella bolletta del MESE DI MARZO riceverete pertanto un annuncio di questo tipo:
Comunichiamo di seguito i dati catastali che potrebbero essere richiesti dalle aziende fornitrici delle utenze domestiche (energia elettrica, gas, acqua):
Comune catastale        L277
Foglio                 00018
Mappale (o Particella) 1521
Subalterno              0031
Tipo Unita'            F
Invitiamo pertanto gli utenti a prendere visione delle informazioni.
N.B. Se avete appena stipulato il contratto e non avete la bolletta del mese di marzo troverete i dati catastali nel primo foglio del contratto.
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Se un cittadino vuole vedere ed eventualmente chiedere copia di un atto amministrativo che lo riguarda, lo può fare grazie alla Legge 241/90 che garantisce la trasparenza negli atti pubblici/amministrativi. Chiunque può esercitare questo diritto, i cittadini e coloro che si definiscono portatori di interessi pubblici o diffusi( ad esempio le associazioni di volontariato,le associazioni di consumatori…), che abbiano un interesse diretto, concreto ed attuale collegato ad una situazione che sia giuridicamente tutelata e legata al documento che si richiede.

I tempi d'attesa per la risposta sono di 30 giorni. La domanda può esser presentata dal soggetto direttamente o da suo delegato ( es.: legale rappresentante, difensore, procuratore, tutore) I cittadini possono quindi far valere i propri diritti chiedendo i documenti grazie al modulo di "Richiesta di accesso agli atti".

Per poter aiutare i cittadini ATC ha già preparato un modulo,scaricabile al seguente link oppure si può ritirare il modulo presso l'ufficio Urp, negli orari che troverà di seguito. In questo modulo il cittadino dovrà scrivere oltre ai suoi dati personali (come nome,cognome,indirizzo e recapito telefonico) il motivo della sua richiesta e il documento che vuole ottenere. Il modulo di "Richiesta di accesso agli atti" e la fotocopia di un documento di identità del cittadino possono essere spediti via posta all'indirizzo ATC Torino Corso Dante,14 10134, via mail a webmaster@atc.torino.it  via fax al numero 011/3130425 o consegnati di persona all'indirizzo seguente.

Dove
Sportello URP ATC Salone del Pubblico Corso Dante,14 10131 Torino
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta

Purtroppo non è possibile incassare un assegno circolare scaduto. ATC rimanderà un altro assegno quando otterrà il reincasso dell'assegno stesso. L'utente dovrebbe, possibilmente,restituire l'assegno all'ATC, che verificherà la correttezza dei dati riportati per controllare se ci sono degli errori. Verrà avvisato l'ufficio che a suo tempo aveva provveduto al rimborso, affinché possa fare un nuovo assegno circolare.

Dove
Di persona allo sportello URP ATC Torino Corso Dante,14 10134 Torino
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta

Se si è cambiato numero di telefono e lo si vuole dire ad ATC lo si può fare scrivendo - Area Utenza Anagrafe - C.so Dante n. 14, 10134 al numero fax 011/3130584 TORINO. È necessario allegare un documento d'identità dell'assegnatario

Dove
Di persona
Sportello Unico presso il Salone del pubblico ATC ? C.so Dante n. 14
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

Stampa risposta

Risposta

La richiesta di spedizione ad altro indirizzo della bolletta e della fattura relativa ad alloggi di E.R.P. in locazione,e anche di tutte le comunicazioni di ATC nei confronti dell'assegnatario,deve essere firmata dall'assegnatario stesso e deve indicare il nominativo e l'indirizzo preciso presso il quale effettuare l'invio. È necessario allegare un documento d'identità dell'assegnatario.

Dove

Tale richiesta può essere:

  • spedita ad ATC - Area Utenza Anagrafe - C.so Dante n. 14, 10134
  • al numero fax 011/3130584 TORINO
  • di persona - consegnata allo Sportello Unico presso il Salone del pubblico ATC – C.so Dante n. 14
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta

La planimetria che è la piantina dell'alloggio, si può richiedere via lettera indirizzata all'Ufficio Patrimonio di ATC Corso Dante 14 10134 Torino o un fax allo 011/3130658 nella quale bisogna anche scrivere il motivo per cui se ne ha bisogno (es. esecuzione lavori nell'alloggio, per l'acquisto dell'alloggio, etc…). Entro 30 giorni (in media 15/20 giorni) l'Ufficio Patrimonio ne fornirà copia.

Dove
Di persona
allo sportello URP ATC Torino Corso Dante,14 10134 Torino
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta

Se un cittadino incontra dei disservizi da parte di ATC può e deve presentare un reclamo.
COME : L'Urp riceve segnalazioni e reclami su disservizi dell'amministrazione e suggerimenti per il miglioramento dei servizi erogati. Se un cittadino vuole presentare un reclamo lo può fare presentandosi

  •  direttamente allo sportello URP( negli orari che troverà di seguito)
  • inviare reclamo all'Urp tramite fax al numero 011/3130282 ,
  • via telefono ai numeri 011/3130333 – 011/3130339,
  • scrivere una mail all'indirizzo urp@atc.torino.it 
  • scrivere via posta all' Ufficio URP ATC Torino Corso Dante,14 10134 Torino.

Il modulo di reclamo è scaricabile dal sito ATC www.atc.torino.it al seguente link

Nel modulo di reclamo, il cittadino dovrà scrivere i suoi dati personali (nome cognome indirizzo e numero di telefono) e poi raccontare in modo preciso qual è stato il disservizio subito.
L'Ufficio URP effettua gli accertamenti necessari, coinvolgendo gli uffici interessati.
Per i reclami relativi a disservizi, l'amministrazione invierà risposta scritta all'utente entro 15 giorni dal ricevimento della comunicazione.

Dove
di persona all' Ufficio URP ATC Torino Corso Dante,14 10134
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta

Al momento della firma e del pagamento del contratto di locazione in Atc gli impiegati dello sportello "Tutte le pratiche" vi comunicheranno in quale mese dovrà essere ritirato il contratto originale.

Se l' assegnatario non può venire a ritirare il contratto può mandare qualcuno del suo nucleo familiare con una delega specifica sul ritiro del contratto firmata dall' assegnatario e accompagnata dal documento d'identità o copia del documento dell'assegnatario e di chi viene a ritirare il contratto.

Qualora il contratto non venisse ritirato nel mese indicato ? gli uffici provvederanno a inviarlo tramite R.R.
Dove
  • allo sportello "Urp-Informazioni" presso il Salone del pubblico ATC – C.so Dante n. 14 , se si viene a ritirarlo nel mese previsto per il ritiro;
  • allo sportello "Tutte le pratiche" presso il Salone del pubblico ATC – C.so Dante n. 14 , se si ritira nei mesi successivi a quello previsto per il ritiro.
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

 

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta

Gli inquilini che hanno deciso di vendere il proprio alloggio ATC ad alter persone,spesso hanno un vincolo verso ATC. Infatti i proprietari non possono vendere il proprio alloggio per dieci anni, e se passati i dieci anni decidono di farlo devono pagare all'ATC il 10% del valore catastale oltre l'IVA .

Per poter fare questa pratica il proprietario deve fare una richiesta scritta ad ATC, che risponderà dicendo il costo e il modo come pagare. Dopo che il proprietario avrà pagato la quota che ATC gli ha scritto, riceverà a casa la lettera di liberatoria che serve per fare il nuovo atto di vendita.

Il cliente può inviare all'Ufficio Immobiliare ATC Corso Dante, 14 Torino 10134 la propria richiesta usando il modulo scaricabile dal sito www.atc.torino.it al link  e consegnarlo:

  • via posta ordinaria
  • via fax al n. 011/3130571
  • di persona agli sportelli Polifunzionale e Urp
Dove
Sportello Polifunzionale ATC Salone del Pubblico Corso Dante,14 10131 Torino
Sportello URP ATC Salone del Pubblico Corso Dante,14 10131 Torino
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

 

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta

Se utenti controllando la fattura che ATC spedisce insieme alla bolletta vogliono saperne di più sulle voci in bolletta (per comodità vengono chiamate addebiti) e eventualmente per segnalare errori sulle cifre è sufficiente inviare un messaggio elettronico (mail) alla casella di posta ATC addebiti@atc.torino.it oppure si può venire di persona allo sportello URP di ATC,dove verrà fatta copia della bolletta da controllare e poi l'ufficio competente risponderà all'utente.

Dove
Sportello URP ATC Salone del Pubblico Corso Dante,14 10131 Torino
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta
E’ importante prestare attenzione durante la compilazione dei moduli che ci presentate.
L’assegnatario è infatti tenuto a fornirci le informazioni relative ai componenti del proprio nucleo familiare, dei redditi e dei beni immobili di cui sono proprietari (anche parzialmente) tutti coloro che hanno la residenza nell’alloggio di E.S. (anche gli ospiti che abitano nel vostro alloggio).
 
ATC Torino ha avviato (art. 71 D.P.R. 445/2000) nuove e puntuali procedure di verifica sulle situazioni socio-economiche dichiarate.
Anche per quanto riguarda la richiesta di contributo di Fondo sociale morosita' incolpevole.
 
Chi dichiara il falso, e per dichiarare il falso intendiamo anche chi si dimentica di dichiarare alcuni fatti (ho ereditato parte di una casa o di un terreno, ho un reddito ma è basso, è venuto ad abitare da me una persona ma non pensavo di doverla dichiarare ecc.) sarà segnalato da Atc alle autorità competenti.
 
SANZIONI
Sono previste le sanzioni penali richiamate dall'art. 76 del suddetto D.P.R. (artt. 316 ter; 640 bis, 483 c.p.) nel caso di dichiarazioni false, incomplete o non aggiornate, che comportano la denuncia alla Procura della Repubblica o segnalazione alla Prefettura e la decadenza dai benefici economici ottenuti .
Atc provvede inoltre a chiedere la restituzione della somma indebitamente percepita.
 
E’ inoltre possibile denunciare ad Atc le situazioni dei “falsi poveri” affinchè provveda, in collaborazione con la Guardia di Finanza, ad effettuare le opportune verifiche.
 
Con il vostro aiuto potremo così controllare coloro che approfittano di un affitto sovvenzionato nonostante abbiano una macchina lussuosa, un reddito alto non dichiarato e uno stile di vita che gli permetterebbe  di pagare un affitto non agevolato lasciando così la casa popolare a chi realmente ne ha bisogno.
 
Per segnalare queste situazioni potete scrivere al Atc, corso Dante 14,  10134 Torino oppure presentare una dichiarazione presso i nostri sportelli
 
I controlli della Guardia di Finanza si aggiungono a quelli del nucleo di prossimità della Polizia Municipale, con cui Atc ha siglato recentemente un protocollo d’intesa.
Nel 2011 tra Torino e Provincia Atc ha disposto 728 richieste di accertamento alla polizia municipale e 7418 verifiche su banche dati e anagrafiche.
Dove
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

Stampa risposta

Risposta
BONUS BOLLETTA DELL’ACQUA 2012
 
Anche per l’anno 2012 è possibile richiedere il BONUS ALLE FAMIGLIE PER LA BOLLETTA DELL’ACQUA  
 
L’ente competente ha predisposto un numero di telefono gratuito che è il Numero verde 800 010842
 
L’Autorità d’ambito n. 3 “Torinese” (ATO 3) ha confermato anche per l’ANNO 2012
l’agevolazione sull’acqua(*) per le famiglie in condizioni di disagio economico, che avranno
così un risparmio sulla spesa per l’acqua.
CHI HA DIRITTO ALL’AGEVOLAZIONE: gli utenti con parametro ISEE (Indicatore
Situazione Economica Equivalente) per l’anno 2011 inferiore o uguale a € 9.500,00.
COME RICHIEDERE L’AGEVOLAZIONE: la richiesta può essere presentata con una
delle seguenti modalità:
A) dall’utente, sia intestatario di singola utenza sia facente parte di utenza condominiale;
B) da soggetti pubblici (Comuni, Consorzi Socio Assistenziali, Comunità Montane, etc …),
corredata dell’elenco degli aventi diritto (domanda collettiva di agevolazione).
I moduli di richiesta sono disponibili presso gli uffici aperti al pubblico di SMAT S.p.A. e sul
sito Internet www.smatorino.it . La richiesta va presentata in forma cartacea a SMAT
S.p.A. per posta, fax (fax n° 011.4365575), per consegna diretta ovvero
all’indirizzo e-mail contratti@smatorino.it
QUANTO VALE L’AGEVOLAZIONE:
l’agevolazione si applica esclusivamente all’unità abitativa di residenza ed è pari a:
_ 30 euro/anno per un nucleo familiare fino a 3 persone;
_ 45 euro/anno per un nucleo familiare maggiore di 3 persone.
QUANDO RICHIEDERE L’AGEVOLAZIONE: la richiesta per ottenere l’agevolazione sulla
bolletta 2012 va presentata a SMAT S.p.A. entro il 31.12.2012 ed ha validità annuale.
SMAT S.p.A. corrisponderà l’agevolazione mediante accredito su c/c bancario o postale
ovvero tramite emissione di assegno circolare intestato all’avente diritto.
 
Ulteriori informazioni possono essere ottenute da:
SMA Torino S.p.A., Corso XI Febbraio 14 – 10152 Torino www.smatorino.it;
Autorità d’ambito n. 3 “Torinese” (ATO 3), Via Lagrange 35 – 10123 Torino
www.ato3torinese.it
 
ATTENZIONE: è necessario seguire la procedura sopra riportata in quanto Atc e gli sportelli di ricevimento al pubblico non vi possono aiutare a svolgere la pratica che deve essere presentata agli uffici della SMA o ai Caf che svolgono gratuitamente la pratica.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Al momento della firma dell' assegnazione in Comune viene comunicato che l' alloggio verrà consegnato dopo 45 oppure 105 giorni dall' inizio dei lavori di manutenzione all' interno del medesimo. E' importante sapere che i 45 o 105 giorni devono essere conteggiati come giorni lavorativi.

La data dalla quale si deve contare non è la data di firma dell' assegnazione bensì la data dall' inizio dei lavori sull' alloggio ( quindi non vi consegneranno l'alloggio dopo 45 giorni dalla data della firma di assegnazione in Comune ). I lavori inizieranno appena ci sarà la possibilità finanziaria per farlo.

Non è possibile chiedere le chiavi ( es. per prendere le misure) dell' alloggio prima che sia firmato il contratto di locazione in Atc.

Dove
presso il salone pubblico Atc in c. so Dante 14 a Torino allo sportello "ALLOGGI DI RISULTA".
Quando
le chiavi vengono consegnate dopo la firma e il pagamento del contratto. ( Prima si firma e si paga il contratto e lo stesso giorno si ritirano le chiavi).

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

 

Stampa risposta

Risposta

La richiesta di modifica del proprio codice fiscale alloggi ,deve essere firmata dall'assegnatario stesso e deve indicare il codice fiscale corretto,meglio se si allega una fotocopia dello stesso. È necessario allegare un documento d'identità dell'assegnatario.

Dove

Tale richiesta può essere:

  • spedita ad ATC - Area Utenza Anagrafe - C.so Dante n. 14, 10134 TORINO 
  • consegnata allo Sportello Unico presso il Salone del pubblico ATC – C.so Dante n. 14
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

Stampa risposta

Risposta

Se per l'alloggio che vi è stato assegnato è possibile affittare un box o un posto auto potete farne richiesta scritta via posta indirizzandola all‘ "UFFICIO CONTRATTI PRIVATI" di Atc in c.so Dante 14 – 10135 Torino.
L'ufficio vi risponderà spiegandovi quali sono i box o posti auto disponibili e le modalità.
Per l'affitto verrà firmato un contratto a parte rispetto all' alloggio e pagato un canone separato con le caratteristiche di un vero e proprio contratto di tipo privato.

Dove

E' anche possibile rivolgersi di persona all'"UFFICIO CONTRATTI PRIVATI" in Atc ma solo nei giorni e orari sotto elencati.
Per avere maggiori informazioni si può chiamare l'ufficio ai numeri : 011-3130350-011-3130352

Quando
Il martedì dalle 8.30 alle 12. 30
il giovedì dalle 8.30 alle 12. 30 -14.30 alle 16.00
Stampa risposta

Risposta

Per CONDOMINIO AUTONOMO: s'intende lo stabile che raggruppa più alloggi sotto un unico tetto. es luce della scala;

Per CONDOMINIO GENERALE: s'intende lo spazio comune che occupano più condomini autonomi, cioè più stabili che fanno parte di un unico cortile e un' unica area verde. Per es hanno in comune il cortile o la caldaia ( in alcuni casi la presa dell' acqua).

Spese condominio generale
ANTICIPI SERVIZI: acconti sulle spese di acqua, energia elettrica, ascensore, ecc. Sono tutte spese che vengono deliberate in assemblea approvando il preventivo di gestione.
CONGUAGLI: mensilmente vengono addebitati degli anticipi che sono acconti sulla spesa. A fine gestione viene calcolata la spesa totale. Dalla spesa totale vengono sottratti gli anticipi cioè gli acconti già versati in bolletta e la differenza di questi è il conguaglio.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Per pagare tutto insieme il prestito che ATC mi ha fatto per comprare la mia casa popolare bisogna scrivere all'Ufficio Immobiliare Commerciale di ATC,che fornirà il prezzo dell'importo dovuto e il modo in cui si può pagare. Va ricordato che per saper quando il prestito finisce bisogna guardare sulla fattura che si riceve a casa nella colonna che si chiama Numero Rate: lì sono segnate il numero di bollette future ancora da pagare.
La richiesta va spedita a Ufficio Immobiliare Commerciale di ATC Torino Corso Dante,14 10134 Torino oppure consegnate allo Sportello Unico o Sportello URP di ATC Torino

Dove
di persona all'Ufficio URP ATC Torino Corso Dante,14 10134
Sportello Polifunzionale ATC Torino Corso Dante,14 10134
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

Stampa risposta

Risposta

Il prezzo dell'acqua corrente è deciso dall'acquedotto (es. SMAT) che fa la fattura del consumo generale del palazzo dopo aver controllato il consumo dal contatore generale. ATC fa pagare l'acqua dividendo la spesa a persona e si tiene conto dei giorni in cui ogni inquilino e la sua famiglia hanno vissuto nell'alloggio. Gli anticipi chiesti in bolletta durante l'anno saranno poi conguagliati a fine gestione. Il conguaglio generalmente viene diviso in rate.

NOTA BENE: Gli inquilini devono segnalare la variazione del numero di persone all' interno del proprio alloggio, possono farlo scaricando e compilando il modulo alla voce vai a VARIAZIONE DEL CANONE.

NOTA BENE I proprietari sono tenuti a comunicare ad Atc la variazione del numero di persone nel proprio nucleo familiare inviando un fax o una comunicazione scritta ad Atc al numero di fax 011-3130425,

Dove
di persona all'Ufficio URP ATC Torino Corso Dante,14 10134
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

Stampa risposta

Risposta

Quando i lavori di manutenzione ( es.: messa in sicurezza degli impianti) nell' alloggio assegnato sono terminati l'alloggio può essere consegnato. L' ufficio casa del Comune vi avviserà telefonicamente, oppure vi manderà una lettera, informandovi che il contratto di locazione è pronto fissando un appuntamento.
In questa occasione vi comunicherà anche a quanto ammonta la cifra per la stipula del contratto.

Dove
presso il salone pubblico Atc in c. so Dante 14 a Torino allo sportello "TUTTE LE PRATICHE".
Quando
SOLO DOPO L' AVVISO DEL Comune. Lunedì, martedì e mercoledì 8,30-15,00 Giovedì 8,30-17,00 Attenzione: il giovedì lo sportello bancario per i pagamenti chiude alle 16.
Stampa risposta

Risposta

Il certificato di idoneità alloggio è un documento che attesta che l'alloggio rientra nei parametri minimi previsti dalla legge regionale per gli alloggi di edilizia residenziale.
Può essere richiesto da cittadini italiani, comunitari o extracomunitari. In particolare il certificato può essere utilizzato da tutti i cittadini non appartenenti all'Unione Europea che vogliano ottenere il nulla osta al ricongiungimento del nucleo familiare, oppure presentare richiesta per il "Permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo" per i propri familiari, o sottoscrivere con il proprio datore di lavoro il contratto di soggiorno.

L'idoneità abitativa è una pratica amministrativa a carico dell'utente che la richiede e deve essere svolta da un tecnico abilitato, si consiglia di contattare il Collegio dei Geometri di Torino e Provincia.

Dove
L'indirizzo è: Collegio dei Geometri Via Cernaia,18 10122 Torino Email segreteria@collegiogeometri.to.it
Quando
Dal lunedì al venerdì 8,30-13,30 lunedì e mercoledì pomeriggio 14,00-17,00.
Tel.011/537756
Fax 011/533285
Sito ufficiale www.collegiogeometri.to.it
Stampa risposta

Risposta
< L'ISEE, ovvero indicatore della situazione economica equivalente, è uno strumento che permette di misurare la condizione economica delle famiglie nella Repubblica Italiana.
È un indicatore che tiene conto di reddito, patrimonio (mobiliare e immobiliare) e delle caratteristiche di un nucleo familiare (per numerosità e tipologia).
A cosa serve
L’indicatore è utile per stabilire se e in che misura si ha diritto a prestazioni sociali agevolate (borse di studio, mense scolastiche, assegni di maternità e del nucleo familiare, ecc.) e altre agevolazioni che riguardano servizi di pubblica utilità. E’ bene sapere che, per ottenere le singole agevolazioni, non basta avere l’attestazione ISEE, ma ciascuna agevolazione deve essere richiesta presentando il relativo modulo di domanda dell’agevolazione stessa allegando una copia dell’attestazione ISEE. La normativa di riferimento è il D.Lgs n° 109/1998 e smi.
Attualmente l’attestazione ISEE occorre nei seguenti casi:
  • esenzione o riduzione delle quote relative ai servizi scolastici (trasporto, refezione, custodia alunni pre e post scuola )
  • concessione di borse di studio e rimborsi per libri di testo per gli alunni delle scuole elementari e medie
  • determinazione delle quote di contribuzione per la frequenza ai nidi d’infanzia
  • erogazione di buoni per le famiglie che siano rimaste escluse dalle graduatorie comunali per l’accesso ai nidi di infanzia
  • agevolazioni tariffarie per chi ha perso il lavoro
  • erogazione di assegni di maternità e assegni per il nucleo familiare
  • riduzione della Tariffa di Igiene Ambientale (TIA)
  • erogazione di contributi ad integrazione dei canoni di locazione
  • bonus energia elettrica e gas
  • erogazione di servizi sociali : assistenza sociale, assistenza domiciliare, trasporto sociale, centri diurni, ecc.
  • rateizzazione dei contributi previdenziali richiesti tramite cartella esattoriale
  • carta acquisti o social card
  • prestazioni legate al diritto allo studio universitario (ISEU)
  • riduzioni sulle tariffe dei servizi di pubblica utilità (erogazione Gas Metano, Acquedotto, Energia Elettrica, Servizi Telefonici, etc.).
La nuova legge ( Legge Regionale n. 3 del 17 febbraio 2010) sull’edilizia Sociale prevede che l’isee è obbligatorio per coloro che hanno una casa popolare per la verifica dei requisiti di permanenza negli alloggi di Edilizia Sociale
Dove farlo

Quanto costa
E’ gratuito in ogni CAF
Dove
Quando
Stampa risposta

DISDETTA ALLOGGIO

Risposta

È la pratica che bisogna fare quando si decide di restituire ad ATC l'alloggio,in caso di morte o di trasferimento dell'assegnatario.

È necessario avere con sé un documento di riconoscimento ed € 33.50 per pagare la chiusura del contratto. Se non è l'assegnatario a dare la disdetta, serve una delega firmata dall'assegnatario in cui sia scritta la volontà dello stesso a dare formale disdetta dell'alloggio, con la delega ci vuole sempre un documento dell'assegnatario anche in fotocopia. Se l'assegnatario ha un tutore legale,quest'ultimo potrà dare disdetta direttamente portando con sé copia della Procura del Tribunale. La disdetta va data con almeno un mese di preavviso, quindi la disdetta è valida per la fine del mese successivo a quello di presentazione.

Es: se si da la disdetta a gennaio si pagherà anche l'affitto di febbraio e si avrà tempo per riconsegnare l'alloggio entro fine febbraio. In caso di decesso dell'assegnatario la disdetta presentata entro il giorno 5 del mese è valida per la fine del mese in corso.

Dove
La disdetta si fa allo Sportello Polifunzionale di ATC di Corso Dante,14 Torino.
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

Stampa risposta

MANUTENZIONE

Risposta

E' necessario chiedere l'autorizzazione all'Atc per qualsiasi tipo di modifica si voglia apportare al proprio alloggio. COME : compilando il modulo " Autorizzazione ad effettuare opere edilizie" .

DOVE TROVARE IL MODULO:

E' importante sapere che non si può iniziare alcun lavoro prima di aver ricevuto una risposta da Atc che vi invierà una apposita lettera con tutte le indicazioni procedurali.

Dove

DOVE PRESENTARE LA DOMANDA: Il modulo per la domanda può essere:

  • spedito ad ATC – C.so Dante n. 14 -10134 TORINO;
  • inviato via fax al num. 011-3130425;
  • consegnato allo SPORTELLO URP-INFORMAZIONI presso il Salone del pubblico ATC – C.so Dante n. 14.
Quando
Stampa risposta

Risposta

ATC non fa manutenzioni né riparazioni sui boiler a gas o elettrici, questi lavori sono a carico utente, così come le manutenzioni annuali previste per legge.

ATC propone la sostituzione del boiler a gas con un boiler elettrico , questo cambio è integralmente a carico di ATC. Se invece, si è rotto il boiler elettrico e se non è più in garanzia.

ATC lo sostituisce pagando il 50% del costo di fornitura e posa solo se c'è la dichiarazione di un tecnico abilitato. Naturalmente la differenza è a carico dell'inquilino.

COME: Telefonando al numero verde ATC per la manutenzione 800-301081
Dove
di persona
Sportello Polifunzionale ATC Salone del Pubblico Corso Dante,14 10131 Torino
Sportello URP ATC Salone del Pubblico Corso Dante,14 10131 Torino
Quando
24 ore su 24 o di persona allo Sportello Unico e URP.

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

Stampa risposta

Risposta

Ogni incaricato di ATC deve presentare un tesserino di riconoscimento con foto, simbolo ATC, nome della ditta, cognome e nome, numero di matricola, scadenza contratto.

In caso di dubbi è possibile telefonare al numero verde ATC 800301081 o al centralino 011/31301.
Gli operatori del numero verde ATC vi confermeranno se si tratta effettivamente di un addetto del gruppo ATC.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta
Atc non invia persone a suonare il vostro campanello se non munite di cartellino di identificazione, che voi potete controllare.
 
Per evitare truffe e furti negli alloggi, nel dubbio, verificate l' identità di chi si presenta
alla vostra porta dicendo di essere un addetto di ATC.
 
Quando suonano e si presentano come addetto ATC occorre telefonare SUBITO al  Numero Verde 800 30 1081 e comunicare nome, cognome e numero di matricola della persona alla porta.
 
Chiamate  prima di far entrare la persona nel vostro alloggio , e chiedete al numero verde se è un nostro tecnico.
 
Se il numero verde non vi conferma l’identità della persona occorre chiamare immediatamente le forze dell’ordine.
 
E’ sbagliato ed inutile  venire personalmente in Atc e recarsi agli sportelli di ricevimento al pubblico.
Gli sportelli non possono sapere chi vi ha suonato o bussato alla porta nei giorni precedenti!
 
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Se la caldaia funziona regolarmente : è obbligatorio stipulare un contratto di manutenzione ordinaria in abbonamento per le caldaie murali secondo quanto disposto dal D.P.R. 412/93 e come specificato nell' art. I.13.09 del "Regolamento per l'uso degli alloggi". Il contratto è da stipularsi a cura e spese dell' assegnatario con una ditta qualificata, che dovrà procedere alla verifica e revisione della caldaia almeno una volta all'anno.
È obbligo dell'assegnatario farsi rilasciare dalla ditta incaricata le bolle di lavoro o documenti similari che dovranno essere conservati ed esibiti all'ATC in caso di richiesta. Se alla consegna delle chiavi dell' alloggio non è stato rilasciato un libretto di caldaia dall' Atc è necessario che la ditta che viene chiamata dall' utente a fare la manutenzione crei un nuovo libretto della caldaia. Situazione normativa La Regione Piemonte con DGR n. 35-9702 del 30 settembre 2008 ha approvato le disposizioni attuative della Legge regionale 28 maggio 2007 n. 13 in materia di impianti termici.
A decorrere dal 15 ottobre 2009 è obbligatorio su tutto il territorio regionale, il nuovo sistema di autocertificazione degli impianti termici denominato BOLLINO VERDE. Dal 15 ottobre 2009, in occasione delle verifiche di efficienza energetica, il manutentore oltre a compilare il libretto di impianto o di centrale ed il rapporto di controllo tecnico, deve apporre su quest'ultimo un bollino verde (gratuito sia per il manutentore, che per il cittadino).
E' indispensabile rivolgersi ad una impresa di manutenzione abilitata al rilascio del bollino verde e compresa in un apposito elenco regionale. Il bollino verde deve essere apposto obbligatoriamente in occasione delle verifiche di efficienza energetica dal manutentore con la seguente frequenza: ogni 4 anni per gli impianti di potenza inferiore a 35 kW (caldaie murali autonome); ogni 2 anni per gli impianti di potenza uguale e superiore a 35 kW.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Se non vi hanno consegnato le chiavi : è perché Atc è in possesso solo di quelle che sono state riportate dal precedente inquilino. Atc non ha altre chiavi. Se non c'è lucchetto procuratevene uno. Se non siete sicuri di quale sia la cantina abbinata al vostro alloggio è necessario fare una richiesta scritta via posta all' Ufficio Patrimonio di Atc in c. so Dante 14 – 10135 Torino.

Se la cantina a voi assegnata è occupata vi consigliamo di scrivere un biglietto chiedendo di svuotarla perché siete il nuovo inquilino e quella è la cantina abbinata al vostro alloggio. Se dopo una settimana o dieci giorni nessuno l' ha sgomberata potete recarvi allo sportello " alloggi di risulta" presso il salone pubblico di Atc e fare richiesta .

Atc provvederà a sgomberarla a proprie spese.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Se la caldaia non funziona : chiamare il Numero Verde Atc 800-301081 e segnalare di avere appena avuto un alloggio in assegnazione e di aver verificato che la caldaia non funziona. Atc manderà un tecnico a verificarne il funzionamento. In questo caso la riparazione o sostituzione della caldaia sono a carico Atc.

Successivamente l' inquilino è tenuto a stipulare un contratto di manutenzione con una ditta qualificata per le successive verifiche annuali e la manutenzione obbligatoria e a farsi fare un nuovo libretto di caldaia dalla stessa ditta se non è stato rilasciato un libretto dall' Atc.

Dove
Quando
Stampa risposta

DANNI E RIMBORSI

Risposta

Se si fa male in un complesso Atc, occorre compilare il modulo "rimborso danni" da mandare all' ufficio assicurazioni di Atc . Un perito provvederà a contattarLa per programmare un sopraluogo per valutare il danno.

Compilando il modulo che potete trovare sul nostro sito Atc www.atc.torino alla pagina modulistica danni

Dove
Potete rivolgervi allo sportello Urp- informazioni oppure allo sportello "Tutte le pratiche".
Quando
ORARIO UFFICIO ASSICURAZIONI : L'ufficio assicurazioni risponde telefonicamente il lunedì e il mercoledì dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.00 ai numeri 011/3130387 oppure 011/3130320
Stampa risposta

Risposta
Nel caso si trattasse di ditta esterna che esegue dei lavori per conto di Atc, deve fare richiesta direttamente alla ditta che sta eseguendo i lavori .
Dove
Quando
ORARIO UFFICIO ASSICURAZIONI : L'ufficio assicurazioni risponde telefonicamente il lunedì e il mercoledì dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.00 ai numeri 011/3130387 oppure 011/3130320
Stampa risposta

Risposta
Se è gestito da una ditta esterna: deve fare richiesta alla ditta esterna che fa la manutenzione dell'ascensore
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta
occorre compilare il modulo "rimborso danni" da mandare all' ufficio assicurazioni di Atc . Un perito provvederà a contattarLa per programmare un sopraluogo per valutare il danno. compilando il modulo che potete trovare sul nostro sito Atc www.atc.torino alla pagina http://portale.atc.torino.it/modulistica/danni.pdf
Dove
? Potete rivolgervi allo sportello Urp- informazioni oppure allo sportello "Tutte le pratiche" .
Quando
ORARIO UFFICIO ASSICURAZIONI : L'ufficio assicurazioni risponde telefonicamente il lunedì e il mercoledì dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.00 ai numeri 011/3130387 oppure 011/3130320
Stampa risposta

Risposta

Vi contatta direttamente il perito per concordare un appuntamento per il sopraluogo. E' il perito che decide a quanto ammonta il danno ( anche se voi avete fatto fare altri preventivi ).
Il danno viene rimborsato di solito con un assegno che vi viene spedito a casa.
Il danno viene rimborsato se non sussistono in quel momento morosità. In caso di morosità la cifra decisa dal perito viene scalata a seconda dell'importo dovuto all'Atc.

Dove
Quando
ORARIO UFFICIO ASSICURAZIONI : L'ufficio assicurazioni risponde telefonicamente il lunedì e il mercoledì dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.00 ai numeri 011/3130387 oppure 011/3130320
Stampa risposta

Risposta

1) Se l' alloggio o il fabbricato sono amministrati da Atc si fa richiesta di rimborso danni all' assicurazione di Atc compilando il modulo scaricabile dal siti www.atc.torino.it al link , e si può consegnare a mano anche allo sportello URP negli orari che troverete a fine pagina . Se invece c'e' un' amministratore esterno bisogna comunicarlo a lui/lei che si avvarrà della polizza del condominio .

2) I DANNI DA TETTO SONO PAGATI? No, purtroppo il tetto (ad eccezione degli eventi atmosferici eccezionali ) non è in polizza devono contattare l'amministratore d'area.(Gli amministratori d'area si possono cercare sul sito www.atc.torino.it al seguente link http://www.atc.torino.it/ricercamm.aspx )

3) I DANNI IN CANTINA SONO PAGATI? I danni in cantina non sono in garanzia in quanto tubi esterni ma se provengono da un alloggio si può fare domanda di rimborso danni. Si consiglia sempre di fare la richiesta se ci fosse del contenuto da mostrare al perito, al contrario non ci sarà rimborso.

4) QUANDO RICEVE L'UFFICIO ASSICURAZIONI DI ATC TORINO? 4) L'Ufficio riceve solo telefonicamente il lunedì e il mercoledì dalle 8.30 alle 12 e dalle 14 alle 16 ai numeri 011/3130320 -011/3130387.

5) QUANDO VIENE IL PERITO? QUANDO MI PAGANO? Una volta inviata la richiesta danni all'Ufficio Assicurazioni, se è stato eseguito l'intervento, si apre il sinistro all'assicurazione che darà incarico ad un perito per il sopralluogo. Si attende poi il bonifico dall'assicurazione, poi si farà il mandato e la banca invierà l'assegno a casa. L'intera procedura solitamente si svolge tra i 6 e gli 8 mesi.

6) COSA SUCCEDE SE SONO MOROSO? Se le persone danneggiate hanno morosità l'importo dato dall'assicurazione andrà scalato a seconda dell'importo dovuto ad Atc (es: se l'utente ci deve €600 e la perizia è di €1000 l'ufficio morosità manderà €400 euro).

Dove
di persona Sportello Polifunzionale ATC Salone del Pubblico Corso Dante,14 10131 Torino
Sportello URP ATC Salone del Pubblico Corso Dante,14 10131 Torino
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

 

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

ORARIO UFFICIO ASSICURAZIONI : L'ufficio assicurazioni risponde telefonicamente il lunedì e il mercoledì dalle 8.30 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.00 ai numeri 011/3130387 oppure 011/3130320

Stampa risposta

CANONE DI LOCAZIONE

Risposta

Chi abita in un alloggio di edilizia residenziale pubblica deve pagare un canone. Come prevede la legge regionale, il canone è calcolato sia prendendo in considerazione le caratteristiche dell'alloggio come la grandezza, il costo di costruzione, la vetustà, ecc. – (canone base), sia prendendo in considerazione le condizioni economiche del nucleo familiare.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Il canone soggettivo duvuto dall'assegnatario viene applicato in maniera percentuale rispetto al canone base. Tale percentuale cambia a seconda dell'area e della fascia in cui il nucleo è collocato in base alla sua situazione socio-economica.
Vedere tabella
Il canone così calcolato non può essere inferiore al canone minimo previsto dalla medesima tabella e non superiore al canone massimo (calcolato in percentuale rispetto al reddito)

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Il reddito annuo è il reddito imponibile lordo che si trova nella dichiarazione fiscale (mod. 730, mod. Unico) oppure nel Cud consegnato dal datore di lavoro.

Oltre al reddito complessivo vanno calcolati tutti gli emolumenti, indennità, pensioni, sussidi percepiti a qualsiasi titolo, compresi quelli esentasse ad eccezione dei sussidi o assegni percepiti da disabili facenti parte del nucleo familiare, che andranno comunque dichiarati.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta
I nuclei assegnatari degli alloggi di edilizia residenziale sono suddivisi sulla base del loro reddito nelle 5 aree e 19 fasce di cui alla tabella. Calcolato il reddito annuo complessivo imponibile del nucleo familiare e il numero della persone (componenti più ospiti con esclusione delle badanti), si può rilevare la fascia e l'area di appartenenza.
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta
Dopo due accertamenti biennali consecutivi, che documentano la stabilizzazione dell'ISEE al di sopra del doppio dei limiti di accesso, l'ATC chiede al Comune di avviare la decadenza dell'assegnazione dell'alloggio popolare.
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

La bolletta, inviata direttamente all'assegnatario, ha la forma di un bollettino di conto corrente postale.
Contiene il canone di locazione e il costo dei servizi da rimborsare (acqua, luce, quota spese di manutenzione a carico assegnatario, ecc).

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

La bolletta può essere pagata:

  • negli uffici postali; 
  • in tutte le agenzie del SANPAOLO – IMI compresa l'agenzia nel salone pubblico ATC di c.so Dante n. 14 - 10134 TORINO.

La bolletta può essere pagata e domiciliata, senza spese di riscossione presso qualsiasi banca.

Dove
Quando
Stampa risposta

VARIAZIONE SOCIOECONOMICA DEL NUCLEO FAMILIARE

Risposta

I cambiamenti che si verificano all'interno del nucleo familiare dell'assegnatario costituiscono una variazione socioeconomica. Sono variazioni socioeconomiche: 

  •  l'aumento o la diminuzione del numero dei componenti del nucleo familiare dell'assegnatario.
    Ad esempio: un figlio trasferisce la residenza altrove o viceversa, nasce un figlio, l'assegnatario si sposa, si separa, ecc.
  •  l'aumento o la diminuzione del reddito totale del nucleo familiare.
    Ad esempio: il capofamiglia ottiene un aumento del proprio stipendio, un membro disoccupato del nucleo familiare trova lavoro o viceversa, un lavoro a tempo pieno diventa part-time o viceversa, un lavoratore dipendente va in pensione, ecc.
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta
  • In caso di diminuzione del reddito del nucleo familiare, l'assegnatario ha diritto, a seguito di specifica richiesta, di essere collocato in una fascia reddituale inferiore
  • In caso di aumento del reddito, l'assegnatario ha l'obbligo
  • di comunicare tale variazione ad A.T.C. con apposita richiesta.
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta
Il nuovo canone di locazione è applicato dal mese successivo alla presentazione della richiesta.
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Se la variazione di reddito comporta la diminuzione del canone di locazione, l'assegnatario deve autocertificare, ogni tre mesi, che la diminuzione del reddito si mantiene. L'autocertificazione può essere fatta con semplicità compilando e restituendo ad ATC il modulo che viene dato al momento della richiesta di variazione. L'assegnatario che non fa l'autocertificazione periodica torna a pagare il canone di locazione che pagava prima della richiesta.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

L'autocertificazione deve essere presentata ad ATC ogni tre mesi fino al nuovo censimento.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Allo Sportello Unico ATC;
all'Ufficio Urp ATC;
scaricandolo dal sito internet ATC www.atc.torino.it

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Il modulo per la domanda di variazione del canone può essere: 

  •  spedito ad ATC – c.so Dante, 14 - 10134 TORINO;
  •  consegnato allo Sportello Unico presso il Salone del pubblico ATC – C.so Dante n. 14
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Tutti i dati richiesti possono essere autocertificati (D.P.R n.445 del 28/12/2000). Chi ritiene di aver necessità di un aiuto nella compilazione del modulo può richiederlo allo Sportello Unico e allo Sportello Urp.

Per la definizione della pratica è necessario conoscere i redditi lordi di tutti i componenti del nucleo familiare. Questi dati sono reperibili nella busta paga oppure nel modello "CUD" oppure nella dichiarazione dei redditi.

Dove
Quando
Stampa risposta

IL FONDO SOCIALE REGIONALE

Risposta

Il fondo sociale regionale è un contribuito che la Regione Piemonte concede per coprire in parte la morosità dovuta a difficoltà economiche.che colpiscono chi fa parte del il nucleo familiare; vale solo per le bollette non pagate nell'anno precedente rispetto a quello in cui si ottiene contributo.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

Accedere al fondo sociale richiede due requisiti:

  • avere un reddito ISEE inferiore ai 6.186,00 euro
  • aver pagato bollette riferite all'anno 2013 per un importo pari al 14% del reddito imponibile del nucleo familiare dell'anno 2012 e comunque non inferiore a 480¤.
  • Dove
    Quando
    Stampa risposta

Risposta

Diversamente dal passato, l'aver diritto al fondo sociale deriva direttamente dal rientrare nelle condizioni sopra esposte e non richiede più la presentazione di una domanda, tuttavia è necessario presentare:

  • la dichiarazione ISEE
  • il dettaglio dei redditi
entro il mese di aprile dell'anno successivo a quello per cui si vuole usufruire del fondo sociale.

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

  • ISEE
  • Redditi

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta
La Legge Regionale n. 3 del 17 febbraio 2010 prevede NUOVE REGOLE FONDO SOCIALE morosità 2013 (relativo alla morosità incolpevole 2012)
 
La Regione Piemonte, attraverso i regolamenti attuativi della legge n. 3 del 2010, entrati in vigore nel gennaio 2012, ha introdotto importanti cambiamenti ai meccanismi di accesso al fondo sociale.
 
I NUOVI REQUISITI
Criterio base per accedere al fondo diventa quello economico, ovvero un indicatore ISEE non superiore ai 6 mila euro per il nucleo familiare. Se non si ha questa caratteristica, anche in presenza di disabili o disoccupati, non si potrà avere accesso al fondo sociale.
 
Ma attenzione, quella dell’ISEE non superiore ai 6.186,00 euro è solo la prima condizione necessaria:
 
per rientrare fra i beneficiari del fondo sociale si dovrà aver effettuato pagamenti relativi alle bollette del 2012.
 
 
QUOTA OBBLIGATORIA DA PAGARE A CARICO DELL’ UTENTE entro il 31 Dicembre dell’anno in corso:
 
1)Se ci sono redditi nel nucleo familiare:
Occorre pagare il 14% del reddito lordo fiscale imponibile del nucleo familiare (si prendono le buste paga di ogni mese, si sommano gli importi della retribuzione mensile lorda di ogni mese e sul totale di tutti i mesi si calcola il 14%) e comunque la somma versata non deve essere inferiore a 480 euro.
 
2) se non ci sono redditi (o comunque sono molto bassi): occorre pagare almeno 480 euro.
 
In sintesi per avere diritto all’erogazione del fondo sociale 2013  i requisiti sono diventati due:
 
1)                 L’indicatore  ISEE non superiore ai 6.000 euro per il nucleo familiare e
2)                 Avere pagato almeno 480 euro oppure il 14% dei redditi imponibili entro la fine dell’anno in corso
 
 
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA di FONDO SOCIALE
La domanda di fondo sociale potrà essere presentata presso lo sportello unico di Atc nel febbraio 2013.
I potenziali aventi titolo, che dovranno comunque presentare le attestazioni necessarie per la verifica dei requisiti,
riceveranno comunque una lettera informativa a inizio anno 2013 con l’indicazione precisa delle date e dei  punti attivati sul territorio per il ritiro delle domande.
 
 
CONSEGUENZE
Se nell’arco del 2012 non verranno effettuati pagamenti delle quote previste dal nuovo regolamento, nel 2013 non sarà possibile accedere al fondo sociale e la morosità accumulata verrà considerata colpevole. Questo comporta conseguenze come l’avvio di azioni per la decadenza dall’assegnazione e sfratto per morosità.
 
Dove
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

Stampa risposta

DISDETTA, ACQUISTO E VENDITA ALLOGGI

Risposta
ATC sta procedendo ad esaurimento del piano vendita approvato dalla Regione Piemonte ai sensi della legge 560/’93.
 
Le regole per poter acquistare gli alloggi sono le seguenti:
 
  • Hanno titolo all'acquisto degli alloggi gli assegnatari o i loro familiari conviventi, i quali conducano un alloggio a titolo di locazione da oltre un quinquennio e non siano in mora con il pagamento dei canoni e delle spese all'atto della presentazione della domanda di acquisto. In caso di acquisto da parte dei familiari conviventi è fatto salvo il diritto di abitazione in favore dell'assegnatario.
  • Le alienazioni possono essere effettuate con pagamento in unica soluzione, con una riduzione pari al 10 per cento del prezzo di cessione;
  • pagamento immediato di una quota del 50 per cento del prezzo di cessione, con dilazione del pagamento della parte rimanente in non più di 15 anni, ad un interesse pari al tasso legale, previa iscrizione ipotecaria a garanzia della parte del prezzo dilazionata.
 
Gli assegnatari ed i componenti del loro nucleo che non intendono acquistare l’alloggio rimangono locatari del medesimo.
 
Atc provvede ad informare gli assegnatari nel caso in cui sia possibile acquistare l’alloggio dove risiedono tramite lettera.
 
Non tutti gli alloggi di proprietà ATC sono stati inseriti nel piano vendita di cui alla legge 560/’93 e pertanto gli assegnatari interessati ad acquistare un alloggio possono eventualmente richiedere un cambio alloggio finalizzato alla vendita (l’elenco viene pubblicato sul sito ATC con cadenza mensile); le regole sono le stesse di cui ai punti precedenti. E’ evidente che chi opta per acquistare un alloggio in cambio vendita deve necessariamente lasciare l’alloggio in locazione e trasferirsi, concordando le modalità ed i tempi con gli uffici ATC, nell’alloggio acquistato.
 
Ad esaurimento piano vendita approvato dalla regione ai sensi della legge 560/’93, ATC procederà alla vendita con la nuova norma regionale n. 3 del 17 febbraio 2010; ciò non è ancora possibile in quanto deve essere approvato il regolamento regionale sulla vendita alloggi;
 
Le nuove regole per poter acquistare un alloggio di proprietà ATC sono le seguenti:
 “Hanno titolo all’acquisto degli alloggi di edilizia sociale i legittimi titolari da almeno cinque anni di una convenzione di locazione e gli altri componenti del nucleo richiedente, purchè in regola con il pagamento dei canoni e delle spese all’atto dell’acquisto.
In caso di acquisto da parte di altro componente del nucleo, è fatto salvo il diritto di abitazione in favore dell’assegnatario.
 
Gli assegnatari ed i componenti del loro nucleo che non intendono acquistare l’alloggio rimarranno locatari del medesimo.
 
Atc provvederà ad informare gli assegnatari nel caso in cui sia possibile acquistare l’alloggio dove risiedono tramite lettera. Riceverete in tal caso il modulo personalizzato con il quale potrete aderire alla vendita. Occorre compilare il modulo e spedirlo o presentarlo allo sportello.
Dove
Allo Sportello Unico ATC
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

Stampa risposta

Risposta
la Legge Regionale n. 3 del 17 febbraio 2010 –  all’ Art. 14 (cambi alloggio) prevede che “ai fini dell’eliminazione delle condizioni di sottoutilizzo o sovraffollamento degli alloggi di edilizia sociale, nonché di disagi abitativi di carattere sociale, è possibile ricorrere a:
a)      programmi di mobilità dell’utenza predisposti dall’ente gestore
b)      cambi alloggi su richiesta dell’assegnatario;
c)      cambi consensuali di alloggi tra assegnatari
 
L’Ente gestore può disporre la mobilità dell’utenza anche qualora venga meno l’esigenza per il nucleo di disporre di un alloggio privo di barriere architettoniche o per ragioni di tutela della civile convivenza.
 
Durante l’anno 2012 è stato possibile partecipare al BANDO CAMBI ALLOGGI
che si è aperto in data   4 giugno 2012 ed è terminato in data 14 settembre 2012. 
 
Il bando cambi alloggi ha durata biennale e pertanto non sarà possibile presentare domanda fino al prossimo bando che sarà emesso due anni dopo la pubblicazione della graduatoria definitiva del bando scaduto in data 14 settembre 2012.
 
Rimane aperta invece la possibilità di presentare domanda di cambio consensuale (scambio alloggio tra utenti).
 
A questo indirizzo può trovare informazioni più utili e dettagliate sull’argomento. 
Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta

  Non tutti gli alloggi di proprietà ATC sono stati inseriti nel piano vendita di cui alla legge 560/'93 e pertanto gli assegnatari interessati ad acquistare un alloggio possono eventualmente richiedere un cambio alloggio finalizzato alla vendita (l'elenco viene pubblicato sul sito ATC con cadenza mensile); le regole sono le stesse di cui ai punti precedenti. E' evidente che chi opta per acquistare un alloggio in cambio vendita deve necessariamente lasciare l'alloggio in locazione e trasferirsi, concordando le modalità ed i tempi con gli uffici ATC, nell'alloggio acquistato.


L'elenco degli alloggi che si possono acquistare (l'assegnatario deve avere avuto in locazione un alloggio di edilizia sociale per almeno 5 anni)  è consultabile sul sito di atc al seguente link:
http://www.atc.torino.it/www/cambiovendita.aspx
ed è inoltre stampato ed appeso nel salone di ricevimento pubblico presso Atc.

Il modulo di prenotazione per la visione dell'alloggio che desiderate acquistare lo trovate al seguente link:
Scarica il modulo

Dove
Se desiderate aderire all'acquisto di un alloggio pubblicato su tale elenco occorre presentare il modulo allo sportello unico Atc negli orari sotto riportati
Quando

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

 

Stampa risposta

DIFENSORE CIVICO

Risposta
< L'ufficio del Difensore Civico, organismo tipico di uno stato moderno, si propone un’attività di mediazione con le pubbliche amministrazioni e con i soggetti che esercitano un pubblica funzione o di interesse pubblico, a vantaggio dei cittadini e utenti di servizi di pubblica utilità.
Il Difensore civico interviene con sollecitudine nel chiedere conto all’amministrazione del suo operato con riferimento al reclamo presentato dal cittadino, contribuendo a migliorare la relazione fra cittadini ed istituzioni.
Il suo compito, infatti, è quello di tutelare il cittadino in riferimento a carenze, disfunzioni, abusi o ritardi di pubblici uffici o gestori di servizio
L’intervento del difensore civico è completamente gratuito.
 
Il Difensore civico aiuta il cittadino ad ottenere chiarezza e trasparenza dalle pubbliche amministrazioni o dai gestori di pubblici servizi o di pubblica utilità. Rileva e segnala abusi, disfunzioni, carenze e ritardi dei pubblici uffici, sollecita risposte e suggerisce soluzioni. Il Difensore civico può intervenire anche su propria iniziativa a fronte di casi di particolare rilievo.
A tutela del cittadino Atc  fornisce qui di seguito le informazione sul difensore civico della Regione Piemonte.
Il Difensore Civico della Regione Piemonte è l'avv. Antonio Caputo.
Per contattare il difensore civico è possibile scrivere una e mail a
difensore.civico@consiglioregionale.piemonte.it
oppure contattare i funzionari addetti al servizio e dalla segreteria: difensore.civico@cr.piemonte.it
·         Daquino Gerarda
Telefono 011.57 57 387/389
Indirizzo e-mail gerarda.daquino@cr.piemonte.it
·         Marenco Silvia
Telefono 011.57 57 387/524
Indirizzo e-mail silvia.marenco@cr.piemonte.it
 
 
Dove
Quando
Stampa risposta

DISDETTA, ACQUISTO E VENDITA ALLOGGI

Risposta

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "URP"

La legge N. 513/77, la Legge N. 560/93 e ora la Legge Regionale n. 3 del 17 febbraio 2010 - prevedono, in caso di vendita dell’immobile acquistato, che originariamente faceva parte del patrimonio di Edilizia sociale, il diritto di prelazione per Atc.
 
Considerato che sono in corso di attuazione piani vendita riferiti sia alla legge 513/77 che alla L. 560/93, che prevedono modalità attuative diverse, mentre i piani vendita riferiti alla L.R. 3/2010 non sono ancora stati attivati, si invitano gli interessati a prendere contatto con gli uffici per ogni necessario chiarimento.

Il modulo per richiedere l’estinzione del diritto di prelazione è scaricabile al seguente link.
 
 

 

Dove

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"

Quando
Stampa risposta

OSPITALITA' E REGOLE DI CONVIVENZA

Risposta
La Citta' di Torino ha istituito il Nucleo di Prossimita' dei Vigili Urbani.
Tra le finalita' del Nucleo vi e' la tutela:
- della convivenza civile, in particolare nei condomini, intervenendo in occasione di liti
 tra vicini che spesso incidono sulla qualita' della vita. Gli agenti contattano tutte le
 parti interessate e cercano la mediazione tra le esigenze di tutti;
- delle persone piu' indifese contro truffe, violenze e soprusi.
Indirizzo e informazioni sul Nucleo di Prossimita'
via Bologna 74 - 10100 Torino
tel. 011 4434300 - fax 011 4434319
e-mail: nucleodiprossimita@comune.torino.it
 
Vigili di prossimità
 
Non vi consigliamo di denunciare ad ATC i vostri problemi con i vicini in quanto Atc non ha competenze in questa materia.
ATC interviene invece in caso di violazioni del "Regolamento per la locazione e l'uso degli alloggi di ERP". Se le violazioni sono gravi e ripetute, ATC chiede al Comune la decadenza dall'assegnazione come previsto dalla Legge Regionale 46/95.
 

Dove
Quando
Stampa risposta

Risposta
La Legge Regionale n. 3 del 17 febbraio 2010 –  all’ Art. 25 (ospitalità ) prevede che: “ E’ consentita, previa autorizzazione dell’ente gestore, l’ospitalità presso gli alloggi di edilizia sociale di persone non facenti parte del nucleo richiedente.”
 
Il link dove può trovare informazioni più utili e dettagliate sull’argomento è il seguente:
 
Ospitalità
 
 
COS' È L'OSPITALITA' TEMPORANEA
Quando l'assegnatario vuole ospitare una persona all'interno dell'alloggio deve prima chiedere l'autorizzazione ad ATC. La procedura prevista per legge va osservata e prevede che la persona ospitata sia registrata da Atc come “ospite temporaneo”.
Attenzione a non fraintendere, la dicitura “temporaneo” che è prevista per legge,   l’ospite ha comunque diritto a rimanere nell’alloggio per quanto tempo l’assegnatario lo desidera.

CHI PUO' CHIEDERE L'AUTORIZZAZIONE ALL'OSPITALITA' TEMPORANEA
La richiesta dell'autorizzazione all'ospitalità temporanea può essere richiesta solo dall'assegnatario.

QUANDO E PER QUALI MOTIVI CHIEDERE L'OSPITALITA' TEMPORANEA
La legge regionale prevede che l'ospitalità temporanea venga autorizzata, sempre che l'ingresso non comporti la perdita di un qualsiasi dei requisiti previsti per la permanenza, a persone legate all'assegnatario da vincoli di parentela o di convivenza more uxorio o per i seguenti motivi: studio; lavoro; motivi di salute; di pena ecc.  (obbligatoria documentazione). L'ospitalità non viene concessa da A.T.C. nel caso in cui l'ingresso dell'ospite comporti la perdita di uno o più dei requisiti previsti per la permanenza.

OSPITALITA' TRIMESTRALE
E' prevista la possibilità di richiedere da parte dell'assegnatario un' ospitalità breve per un periodo massimo di 3 mesi con la conseguente revisione dei canoni. Può essere autorizzata anche in caso che la stessa comporti la perdita di uno o più dei requisiti di permanenza.

OSPITALITA' PER PERSONE CHE OFFRONO ASSISTENZA
Per persone che prestano assistenza, purchè assunte con regolare contratto individuale di lavoro subordinato, deve essere richiesta l'autorizzazione ad A.T.C. Tale ospitalità è concessa senza limiti di tempo. Le persone ospitate non sono considerate nel numero dei componenti, il loro ISEE non concorre nella formazione del nucleo e le stesse non hanno diritto a diventare componenti stabili del nucleo ed a subentrare nell'assegnazione dell'alloggio.

PER QUANTO VIENE CONCESSA L'OSPITALITA'?
L'ospitalità temporanea viene concessa da A.T.C. per un periodo di un anno. Nel caso in cui l'ospite al termine di tale periodo, non risulti residente da almeno un anno nella famiglia anagrafica dell'assegnatario, la richiesta può essere rinnovata.

VARIAZIONE DEL CANONE
La presenza nel nucleo familiare di un ospite temporaneo autorizzato comporta la revisione del canone di locazione: se l'ospite ha un reddito, questo viene sommato a quello del nucleo familiare. Il nuovo canone viene quindi calcolato sulla base del reddito totale del nucleo familiare "allargato" .

L'OSPITE NON ACQUISISCE DIRITTI
L'ospite temporaneo non acquisisce mai il diritto ad avere il cambio dell'intestazione del contratto di locazione in caso di decesso o in caso di trasferimento dell'assegnatario o di interruzione del rapporto di locazione. In questi casi, infatti, l'alloggio deve essere lasciato libero e restituito ad ATC.

SOVRAFFOLLAMENTO DELL'ALLOGGIO POPOLARE
Anche se la presenza dell'ospite temporaneo è causa di sovraffollamento nell'alloggio popolare, l'assegnatario non può chiedere un alloggio più grande.

SE L'OSPITALITA' TEMPORANEA NON VIENE CONCESSA
Se l'assegnatario non chiede ad A.T.C l'autorizzazione all'ospitalità temporanea, o se l'autorizzazione non viene data, l'ospitalità abusiva è considerata una grave violazione (cessione parziale dell'alloggio) che comporta la rescissione della convenzione di locazione.

DOVE REPERIRE IL MODULO
  • Allo Sportello Unico ATC;
  •  scaricandolo dal sito internet ATC alla pagina modulistica (stampare due moduli: il modello unico e l’allegato alla domanda di ospitalità temporanea)
  •  richiesto all’Urp Atc
 
DOCUMENTI NECESSARI
  • Documento d'identità dell'assegnatario;
  • Marca da bollo da € 16,00.
  • Moduli (sono due, il modello unico e quello relativo all’ospitalità) firmati da assegnatario e ospite
  • Attestazione dell' INDICATORE SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE: ISEE (comprensivo dell'ospite, se l’ospite ha un Isee separato presenterete due modelli ISEE).
  • Attestazione dei redditi lordi di tutti i componenti del nucleo famigliare e dell'ospite. Tutti i dati richiesti possono essere autocertificati (D.P.R n.445 del 28/12/2000) tranne per quanto riguarda i motivi di salute (occorre la certificazione del medico).
Dove
DOVE PRESENTARE LA DOMANDA
Il modulo per la domanda può essere:

  • spedito ad ATC c.so Dante n. 14- 10134 TORINO;
  • consegnato allo Sportello Unico presso il Salone del pubblico ATC - C.so Dante n. 14 .
Quando
ORARI   di sportello dove potete presentare la domanda se non la spedite          

Per informazioni e orari consulta la pagina dedicata "Orario sportello"


Stampa risposta